Lioni (AV), Contrada Cerrete 99, 83047

Single Blog Title

This is a single blog caption
13 Lug

Luoghi da visitare in Alta Irpinia

LUOGHI DA VISITARE IN ALTA IRPINIA

1. ABBAZIA DEL GOLETO

L’abbazia del Goleto è un complesso religioso, in parte ridotto in ruderi, situato a Sant’Angelo dei Lombardi: la sua costruzione risale al XII secolo e fu fondato da san Guglielmo da Vercelli.

2. MEFITE

La Mefite è un laghetto di origine solfurea situato nel territorio del comune di Rocca San Felice. Tale denominazione ha origine dalla popolazione degli Irpini che, accasatisi nei pressi del lago, chiedevano alla dea Mefite, venerata dalla maggior parte delle popolazioni dell’Italia meridionale, ricchezza e protezione. Il laghetto è costituito da una pozza d’acqua profonda non oltre due metri per 40 metri di perimetro che ribolle a seguito delle emissioni di gas del sottosuolo, costituite principalmente da anidride carbonica e acido solforico. A causa di ciò il territorio circostante è quasi privo di vegetazione e popolazione animale, ad eccezione di una piccola pianta arbustiva, la Genista anxantica. Le emissioni esalate da questo lago causavano la morte degli uccelli che lo sorvolavano, il che fece pensare agli antichi che si trattasse di uno spiraglio dell’inferno.

3. CASTELLO DUCALE DI BISACCIA

Il Castello ducale di Bisaccia è il castello federiciano di Bisaccia, paesino in provincia di Avellino, vicino alla cattedrale. Fu costruito dai Longobardi intorno alla seconda metà dell’VIII secolo. Distrutto dal sisma del 1198 il maniero fu ricostruito verso la fine del XIII secolo da Federico II di Svevia.

4. CASTELLO DI MONTEVERDE

Il Castello di Monteverde sovrasta il paese omonimo e domina l’ampia vallata percorsa dal fiume Ofanto. Il nome del borgo (Montis Viridis) deriva fa riferimento al monte ricco di vegetazione su cui sorge il paese. Il maniero ha una pianta irregolare con torri cilindiriche e sorge su una scarpata rocciosa che caratterizza tutto il fronte nord

5. BORGO CASTELLO DI CALITRI

Negli ultimi anni al suo interno il Borgo Castello di Calitri ha ospitato iniziative di vario genere con mostre ed esposizioni d’interesse storico e artistico e culturale in genere promosse dal MiBAC,in particolare dalla Soprintendenza per i BSAE, come l’apertura al pubblico degli spazi del ‘trapetum’ (suggestioni di un antico luogo di lavoro) e del ‘lapidarium’ (il fascino discreto delle pietre) e di sezioni espositive sulla ceramica antica medioevale e moderna.

6. CASTELLO PRINCIPI BIONDI MORRA DE SANCTIS

Il Castello Principi Biondi fu edificato in età longobarda, rifatto in età normanna e ampliato durante la dominazione sveva, subì notevoli danni in seguito alle depredazioni compiute dai mercenari di Carlo II di Durazzo. Venne ricostruito successivamente e trasformato dai Caracciolo in una residenza gentilizia agli inizi del XVII secolo. Ulteriori interventi sull’edificio furono necessari a seguito del terremoto del 1695, del saccheggio perpetrato da parte delle truppe francesi nel 1799 e, in ultimo, dell’incendio del 1911 (che distrusse la biblioteca). Il castello è stato restaurato e lo si può nuovamente ammirare nella sua imponente bellezza.

Leave a Reply

Open chat
Contattaci
Ciao !
Posso esserti d'aiuto?